3 dicembre 2015

Esercizi spirituali bulgari... in Italia


Se per caso qualcuno volesse staccare la spina per una settimana, e ritirarsi ad allenare il proprio spirito... lo invito a vivere con me questa esperienza:


Da domenica 17 (cena) a sabato 23 (pranzo) gennaio 2015
IL VANGELO DEL MARTIRIO:

9 ottobre 2015

Dove troveremo tutto il pane per sfamare tanta gente? A Belene, ovviamente!


Finalmente, dopo dieci anni di gustosa attesa, dopo alterne peripezie, dopo innumerevoli dialoghi, incontri e sogni ad occhi aperti... è tornato il PANE A BELENE!!!
Oggi pomeriggio abbiamo aperto ufficialmente e benedetto il nuovo forno di Belene (e dopo duecento kg di pane gratis per tutti, solo oggi, ovviamente!).
Un ringraziamento particolare alla comunità di Belene e al suo Consiglio Pastorale. Il progetto "FORNO", che segue quello del "CENTRO DISABILI", che segue quello del "NEGOZIO DI ARTICOLI RELIGIOSI", che segue quello del "RISTORANTE PIZZERIA"... sono piccoli progetti che nascono dal desiderio della comunità cristiana di creare alcuni posti di lavoro per i nostri giovani, per bloccare la migrazione e per consentire una vita dignitosa ad alcune famiglie.
Un grazie di cuore alle due associazioni italiane che hanno creduto in questo progetto e lo hanno sostenuto: SOLIDARIETA' 1991 di Villa di Serio (BG) e AES-CCC di Padova. Amici che sono venuti qui a conoscerci e che hanno sensibilizzato altri amici per poter realizzare questo nostro sogno.
Grazie al signor Janko e alla signora Ani, che hanno acconsentito con entusiasmo ad allargare il loro piccolo forno, e gestiranno questa rinnovata attività.
Grazie anche a tutte le altre persone che in vario modo hanno collaborato, e ai clienti che sosterranno questi nuovi posti di lavoro acquistando e degustando il pane più gustoso che si sforna a Belene.
Ovviamente, mentre degustavo le nuove prelibatezze danubiane, pensavo ai futuri progettini che già aleggiano nell'aria insieme al profumo del pane fresco... una casettina di riposo per gli anziani soli e ammalati (50/60 posti, per cominciare...) e il parco memoriale europeo per le vittime dei Totalitarismi (una cosettina come Auschwitz e Dachau, per cominciare....).
C'è già tanta gente che sogna per questo... disturbiamo la Provvidenza, e li facciamo.
Molto semplice, neh? Provare, per credere. O meglio: credere, e provare.

Qui sotto, un po' di foto dell'inaugurazione di oggi (gentilmente concesse dalla sig.na Ralitza Gospodinova di Dunavski Novini).


Il tipico dolce bulgaro (appena sfornato) che viene usato per le inaugurazioni...

11 giugno 2015

Поклонение на остров Белене /2015/ Pellegrinaggio sull'Isola di Belene

Concedetemi qualche giorno... e traduco tutto in italiano.
Per ora leggete questo articolo e guardate questi video... 
le immagini sono uguali in tutte le lingue!



IN BULGARO: 






IN FRANCESE:
Aujourd'hui île verdoyante refuge de nombreuses espèces rares, Persin en Bulgarie a longtemps été sous l'ère communiste l'un des camps de travail le plus dur du pays. Les rares survivants se rendent une fois par an sur le site pour témoigner des atrocités vécues. Plus de 23 000 personnes y ont été emprisonnées, mais il est toujours impossible d'estimer le nombre de victimes. Durée: 02:38:


IN INGLESE:


17 aprile 2015

INIZIAMO A PULIRE IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO SULL'ISOLA DI BELENE - СТАРТИРАМЕ С ПОЧИСТВАНЕТО НА ВТОРИ ОБЕКТ, НА ОСТРОВ ПЕРСИН - БЕЛЕНЕ

Il 27 aprile del 1949, gli allora governanti della Repubblica Popolare di Bulgaria decisero di rinchiudere nell’isola di Belene i loro “nemici”: preti, intellettuali, artisti, militari, politici, contadini...
In questa data simbolica inizieremo a ripulire le rovine abbandonate di questo campo di concentramento, in vista della realizzazione del Parco Memoriale delle Vittime dei Totalitarismi. 
Non abbiamo soldi, ma abbiamo il grande desiderio e sogno che questo luogo abbandonato ritorni ad essere vivo, visitato ed abitato da tutti coloro che vogliono onorare le vittime innocenti dei regimi e tenere viva la loro memoria.
Questa prima grande pulizia si svolgerà dal 27 aprile al 10 maggio, e sarà svolta da tutti coloro che desiderano, volontariamente e senza alcun compenso.
L’obiettivo è di ripulire l’interno degli edifici abbandonati dalla spazzatura accumulata in 25 anni. Contemporaneamente procederemo al taglio dell’erba e degli arbusti, circostanti e alla messa in sicurezza di tutta l’area.
Questo permetterà, a partire dal 30 maggio, di poter visitare in tutta sicurezza la zona e gli edifici del Secondo Blocco.
Se desideri partecipare a questa grande pulizia, anche solo per un giorno, contattaci al 00359 (0)65835255.
Eugene Bossilkov - Belene Cultural Center provvederà ai pasti e all’alloggio per chi desidera fermarsi più giorni.


На 27 април 1949 год. тогавашната власт на НРБ реши да се създаде ТВО Белене, на остров Персин, с цел там да се затварят т. нар. "врагове на народа", с други думи техните политически опоненти: свещеници, интелектуалци, артисти, художници, офицери от армията, политици, земеделци...
На тази символична дата започваме с почистването на помещенията, както и целият район на и около лагера, който е потънал в плевели и забвение. Това е първата стъпка към реализацията на парк - мемориал за жертвите на тоталитаризма, на остров Персин (Белене).
В момента не разпoлагаме с много средства, но истински се надяваме с общи усилия, това място да е отново живо. Да се посещава от всички, които желаят да почетат невинните жертви на режимите и да пазят спомена за тяхната саможертва.
Това първо голямо почистване ще се състои от 27 април до 10 май 2015 година и ще се реализира с участието на доброволци от Белене и страната. 
Целта е да изчистим стаите на изоставените сгради от боклуците, които са се събрали в течение на 25 години.
Ще косим тревата и храстите около сградите. Ще почистим едрите отпадъци и камъни от целият район, с цел да гарантираме безопасността на хората, на 30 май 2015 година, когато ще се проведе ежегодната среща на репресираните, както и за бъдещи посетители.

Ако желаеш да участваш в това, дори само за един ден, моля свържете се с нас на:
тел. 0658 35255

Ние осигуряваме храната и нощувките за доброволците, които имат нужда.

3 gennaio 2015

Il giorno della memoria in Bulgaria

nunzio ap. ianugura statua Wojtyla

IL GIORNO DELLA MEMORIA IN BULGARIA

A BELENE UN ALTRO MURO È CADUTO
di Vincenzo Fabri
Pubblicato su www.ecosangabriele.com il 31 dicembre 2014
Il giorno della memoria, atteso da venticinque anni, è stato un avvenimento storico non solo per Belene, ma per tutta la Bulgaria. Il 15 novembre scorso nella cittadina di seimila abitanti adagiata lungo il Danubio, all’estremo nord della Bulgaria (zona dove sono all’opera dal 1992 i missionari passionisti), si è tenuta la prima celebrazione in ricordo delle vittime bulgare del comunismo e in particolare dei quattro martiri bulgari, il vescovo passionista Eugenio Bossilkov (nato proprio a Belene) e tre sacerdoti assunzionisti uccisi dal furore stalinista nel 1952. All’importante evento ha partecipato anche il presidente della Repubblica di Bulgaria, Rosen Plevneliev, insieme al sindaco di Belene, al nunzio apostolico in Bulgaria l’italiano monsignor Anselmo Pecorari, al vescovo di Sofia e presidente della conferenza episcopale bulgara Hristo Proykov, al vescovo della diocesi di Russe-Nicopoli Petko Hristov, ai superiori provinciali passionisti italiani Danilo Mazzoni e Piergiorgio Bartoli, a numerosi religiosi passionisti e a un migliaio di persone.
Organizzata dal giovane e vulcanico parroco passionista di Belene, padre Paolo Cortesi, la manifestazione si è aperta con la solenne celebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale e santuario del beato Bossilkov di Belene. Nella sua omelia padre Valter Gorra, superiore dei passionisti in Bulgaria, ha sottolineato che “il martirio è la vittoria dell’uomo sulla paura. I martiri non hanno rinunciato alla propria fede, né sotto la pressione del potere comunista, durata tanto tempo, né durante il falso processo contro di loro”.

Mappa dei Passionisti in Bulgaria


Visualizza Missionari Passionisti in Bulgaria in una mappa di dimensioni maggiori