28 dicembre 2011

Festa natalizia ad Oresh


Ieri mattina noi della famiglia passionista (religiosi e religiose), insieme alle suore vincenziane e giuseppine che lavorano con noi nelle parrocchia, ci siamo ritrovati ad Oresh, per festeggiare insieme il Natale. Abbiamo celebrato l'Eucarestia, presieduta e allietata dalle parole del nostro caro p. Josif Jonkov (l'unico passionista bulgaro vivente), poi abbiamo giocato a tombola e pranzato insieme.

27 dicembre 2011

Gita di S. Stefano a Triavna e Ternovo

Ieri, con una trentina di giovani di Belene e di Svishtov, abbiamo fatto una gita sulla neve, a Triavna e a Veliko Ternovo (dove ci siam visti "Il Gatto con gli stivali" al cinema in 3D), coronando il tutto con una cena bulgara ad Arbanassi. Ecco un po' di foto e un paio di video della giornata.

25 dicembre 2011

Честито Рождество Христово! Buon Natale!


Lettere dalla Bulgaria – 5
Bèlene, Natale 2011

Carissimo amico/a,
            sono ancora in tempo per farti i miei auguri di Natale? Spero di sì…: AUGURI!!! La gioia che ci mette nel cuore il piccolo uomo/Dio di Betlemme è davvero grande.
            Da ottobre ad oggi, qui sulle sponde del Danubio sono successe molte cose, che non sto qui a ripetere: le trovi già raccontate su www.cosebulgare.blogspot.com; oppure sul nuovo sito internet che abbiamo avviato ad ottobre www.bosilkov.com (la maggior parte dei testi è in bulgaro… ma c’è anche qualcosa in inglese ed italiano). Tra l’altro, nel frattempo ho avviato anche un altro blog, dedicato alla presenza decennale in Bulgaria del beato Angelo Roncalli (papa Giovanni XXIII), www.storiebulgare.blogspot.com; nel tempo libero sto anche preparando una pubblicazione di molti suoi scritti inediti (sono già a pagina 360…), e forse nel prossimo anno uscirà la pubblicazione. Un altro piccolo lavoro che sto facendo nelle lunghe serate bulgare è la trascrizione delle lettere dei primi missionari passionisti venuti qui alla fine del 1700: molto interessanti, ed anche questa pubblicazione dovrebbe vedere la luce nel 2012. Questo lavoro culturale, anche se per hobby, è una cosa che mi appassiona tanto, e che nel decennio milanese non avevo potuto sviluppare (troppe riunioni serali e, forse, un po’ troppo attivismo…).
           

15 dicembre 2011

Nuova cappella "Beato Eugenio Bosilkov"


Oggi, con molta semplicità, abbiamo "inaugurato" qui a Belene una nuova cappellina, dedicata al beato Eugenio.
La realizzazione è stata molto costosa: ben 0,00 Leva, cioè 0,00 €! E' bastato infatti spostare un tavolo e due divani di una sala sottoutilizzata e dopo mezz'ora di cantiere... voilà: ecco una nuova cappella da 45 posti con tre grandi pregi:

9 dicembre 2011

Il vescovo soffre per i Passionisti

A distanza di 230 anni pubblico questa lettera inedita (conservata nell'Archivio Generale dei Missionari Passionisti a Roma), che sembra scritta ieri.
I primi due missionari passionisti, p. Ferreri e p. Sperandio, sono partiti da Roma il 28 luglio, e dopo un difficoltoso viaggio attraverso mezza Europa, sono arrivati a Bucarest verso la fine di settembre. E qui restano bloccati, ospiti presso i Francescani. La santa Congregazione di Propaganda Fide si è "dimenticata" di fornire loro i documenti necessari per la residenza nell'Impero Ottomano. Questa situazione imbarazzante provoca molta sofferenza sia nei missionari, sia nel vescovo di Nicopoli, mons. Pavel Dovanlia, il quale si attiva per ottenere ai due passionisti il tanto sospirato permesso.

8 dicembre 2011

Festa dell'Immacolata ad Oresh

Oggi abbiamo celebrato la Festa dell'Immacolata Concezione di Maria nella chiesa a lei dedicata ad Oresh. E' stata come sempre una bella occasione di festa e di fraternità, allietata quest'anno dalla benedizione di due nuove icone: quella del beato Eugenio Bosilkov e quella dei santi Cirillo e Metodio. Ecco alcune fotografie della celebrazione di questa mattina:

4 dicembre 2011

Vi farò pescatori di... cocci!

Oggi è stata una bellissima giornata di sole (c'erano 20 gradi!), e allora son stato con un amico a far quattro passi lungo il Danubio in secca. Obiettivo era pescare qualcosa... ma di pesci neppure l'ombra! E allora ci siamo dati all'archeologia fluviale. Dovete sapere che Belene sorge sui resti dell'antica città romana di DIMUM,  una delle sede della Legio I Italica, che nel secondo e terzo secolo presidiava questa zona di confine.
Ora che il Danubio è in secca, riaffiorano tante cose...

1 dicembre 2011

P. Richard, un missionario dal cuore grande

Questa mattina, curiosando nella sacrestia di Trenciovitza, ho rinvenuto in un armadio un corposo manoscritto (così ad occhio son circa 400 pagine) scritte in una calligrafia minuta e graziosa.
E' una raccolta di pensieri, meditazioni e omelie del missionario passionista padre Riccardo di San Giovanni Berchmans.

Una delle pagine del manoscritto di p. Richard
Richard Hofman nasce a Kortrijik (Belgio) il 29 marzo 1870.
Professato tra i Passionisti il 2 luglio 1889 e viene ordinato sacerdote il 17 giugno 1894.
Nello stesso anno, giovane sacerdote di 24 anni, arriva qui in Bulgaria, precisamente a Svishtov, dove lavora nel piccolo seminario minore per i quattro anni successivi.

27 novembre 2011

HOLODOMOR: il genocidio staliniano in Ucraina

Purtroppo sono pagine che non vorremmo mai leggere, ma sono pagine di storia che tutti dovremmo leggere. Per non dimenticare. Per non ricaderci. Per non lasciare sprecato il sacrificio di milioni di persone. Per crescere in modo diverso. Per pregare, sia per le vittime che per i carnefici.


Holodomor: oggi il mondo ricorda il genocidio degli ucraini



25 novembre 2011

Chi trova la Bibbia... trova un tesoro

Oggi pomeriggio, andando per la prima volta a rovistare nel sottotetto della chiesa della Natività di Maria di Belene, tra vecchie tegole, assi di legno e qualche scheletro di ratti morti, ho trovato alcuni vecchi libri. Probabilmente furono nascosti lì al tempo del regime comunista, dato che tra di essi c'erano alcuni ritagli di giornale degli anni '60.
Non li ho guardati ancora tutti, ma tra di essi ho prelevato e ripulito alcuni volumi della Bibbia di mons. Antonio Martini, arcivescovo di Firenze, stampata a Roma nel 1784.
Si tratta del testo latino con accanto il testo italiano, corredati di note. Un lavoro molto notevole per il 1700.
Era dal 1471 che più nessuno traduceva in italiano la Bibbia, e questa monumentale opera fu approvata e sostenuta da papa Pio VI, sotto il cui pontificato (dal 1775 al 1799) i primi Missionari Passionisti vennero inviati in Bulgaria (1781).

24 novembre 2011

Angelo G. Roncalli e la Bulgaria

Da un po' volevo farlo... e adesso l'ho fatto!
Cioè uno spazio dedicato esclusivamente al beato bergamasco Angelo Giuseppe Roncalli in Bulgaria.
Purtroppo non potrò pubblicare tutto quello che ho tra le mani (esistono diritti d'autore e per i materiali d'archivio occorrono speciali autorizzazioni...), ma qualche assaggio non mancherà.
Mi entusiasma molto questo abbraccio tra cose bulgare e cose bergamasche... e spero che trovi anche il tuo gradimento.

Oggi è nato il nuovo blog

Missionari Passionisti uccisi in Cina

Testo di padre Robert E. Carbonneau, passionista


Il 24 aprile 1929, a Hua-chiao (Hunan, in China) dei banditi tesero un’imboscata al gruppo in viaggio dei padri passionisti americani Godfrey Holbein, Clement Seybold e Walter Coveyou.
I primi cui si sparò alla testa, in rapida successione, furono Coveyou and Seybold. Secondi dopo, Holbein fu ucciso allo stesso modo. Dopo che i loro corpi furono gettati in un pozzo di una miniera abbandonata, i compagni dei sacerdoti, chierichetti e portatori cinesi che avevano visto l’uccisione, furono lasciati liberi di ritornare a Chenzhou [poi chiamata Yuanling], nell’Hunan e riferire la notizia. Più tardi, i corpi dei missionari furono recuperati e seppelliti a Chenzhou il 29 aprile 1929.

20 novembre 2011

Incontro vocazionale nazionale

Si è concluso oggi, qui a Belene, l'incontro annuale vocazionale rivolto a ragazze e ragazzi dai 14 anni in su. L'incontro è iniziato venerdì sera, ed è stato scandito dalla preghiera, da alcune testimonianze e da momenti di dialogo o di lavoro personale. Un grande grazie, per il loro umile lavoro, a tutti i membri dell'equipè vocazionale bulgara: il salesiano don Peter, il diocesano don Stefan, il cappuccino p. Jaroslav, il passionista p. Enzo, la eucaristina suor Eurosia e la vincenziana suor Boshena, e a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato.


Leggi l'articolo di Radio Vaticana (български)
e guarda le foto di questi giorni:



17 novembre 2011

Vita quotidiana di due Missionari Passionisti nella Bulgaria del 1783

Pubblico questa lettera inedita di p. Giacomo Sperandio cp, scritta nel 1783, perchè mi pare molto bella e commovente.
Bella, perchè ci racconta la quotidianità dei primi due Passionisti venuti in Bulgaria: il loro modo di vestire, di mangiare, di pregare; i problemi di comunicazione e quelli finanziari; il ricordo degli amici e dei benefattori.
Commovente, pensando a questi due italiani catapultati da Roma a Trenciovitza... e la Trenciovitza del 1700! Due poveri (nel senso letterale della parola) preti chiamati a condividere la fede e il vangelo con qualche centinaio di contadini bulgari cattolici, immersi in un mondo ortodosso (allora leggermente ostile, oggi certamente migliorato) sottomesso ad uno stato islamico... dove la gioia più grande veniva dal recitare il rosario e andare a visitare qualche malato.
Buona lettura di questi piccoli assaggi, per ora; probabilmente nel corso del 2012 (230° anniversario della venuta dei Passionisti in Bulgaria) verranno stampati tutti questi documenti degli inizi. Chi volesse prenotare una copia di questa pubblicazione... lo scriva nei commenti, che gliela metto da parte.


Al Reverendissimo Padre Padrone in Xristo Colendissimo
il Padre Giovanni Battista di San Vincenzo Ferreri
Preposito Generale de’ Passionisti
Roma nel Ritiro de’ SS. Giovanni e Paolo a monte Celio

Trancevizza 10 dicembre 1783
<Si è ricevuta al primo di febraro 1784>



Jesu Christi Passio


Reverendissimo Padre Padrone in Xristo Colendissimo 

     Noi di già altre volte abbiamo scritto alla Paternità Sua Reverendissima come viviamo in queste parti, ma o sia che non ci siamo spiegati abbastanza, o sia che le nostre lettere non siano costì arrivate; comunque sia, giacché Vostra Paternità Reverendissima ciò richiede in una sua scrittaci dal P. Giovanni Maria consultore segnata sotto li 9 d’agosto, colla presente gliene do un minuto ragguaglio; e in primo le dico che il nostro vestire consiste in questo. Ne’ piedi portiamo un pajo di calzette di lana che arrivano a mezza gamba; di poi un pajo di stivaletti di pelle gialla, quali anche arrivano a mezza gamba, di poi le pianelle gialle, e tanto li stivaletti quanto le pianelle, per essere di pelle, ci durano quattro giorni, e non sono a buon mercato.

Световна среща на Семействата Милано 2012 Incontro mondiale delle Famiglie Milano 2012


Никополската епархия ще участва в световната среща на семействата със своя делегация, разпределени в следните групи: двойки със/без деца, двойки-годеници, които са част от християнската общност, тъй като това пътуване е поклонническо по своя характер. Всяка сформирана група-енории разполага с 10 места. Всеки отговорник се занимава със записванията и събиранията на първоначалната вноска, чийто размер е 100 лв. Списъкът със записаните и събраните средства трябва да бъдат предоставени на о. Паоло Кортези до 31 декември.
ЦЕНА: Възрастни – 400,00 лв.; Деца (до 13 години) – 300,00 лв. Сумата се дава на вноски, разпределена по следния начин: 100 лв. – при записване, 150 лв. до 1 януари 2012 и останалите 150 лв – до май 2012 г.

13 novembre 2011

I MARTIRI ASSUNZIONISTI BULGARI


Immagine dei tre martiri assunzionisti bulgari

L' 11 novembre 1952, alle ore 23,30 vennero fucilati nella prigione centrale della città di Sofia, capitale della Bulgaria, tre religiosi assunzionisti bulgari, i padri Kamen Vitchev, Pavel Djidjov e Josaphat Chichkov. Insieme a loro veniva fucilato anche un vescovo bulgaro, passionista, Eugenio Bossilkov. Una sentenza del 3 ottobre condannava a morte i quattro uomini. Era l'atto finale di un processo totalmente inventato fondato sull'accusa di spionaggio a favore del Vaticano, di tentativo di complotto e di essere al servizio del capitalismo. M. Eugenio Bossilkov è stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II a Roma, il 15 marzo 1998.

Martire per affermare la dignità dell’uomo




di Veronika Fehle
«Nuoto attraverso queste onde del destino, grazie all’aiuto dall’alto e di voi tutti, come un cane, a volte ansimando, ma sempre con la testa e il naso fuori dall’acqua».
Lo scriveva il sacerdote austriaco Carl Lampert (1894-1944) il 1° novembre 1943 a «tutti i cari in patria». Un anno dopo scriveva un’altra lettera agli stessi destinatari. Nessuno purtroppo conosce i loro nomi e nemmeno ha la certezza che la lettera sia giunta a destinazione. Il martire Carl Lampert — che domenica 13 novembre viene beatificato a Dornbirn in Austria, dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, in rappresentanza di Benedetto xvi — ha sofferto in tutta la sua vita per le vessazioni della gestapo.

12 novembre 2011

Festa del beato Eugenio a Belene

Oggi a Belene la Diocesi di Nicopoli
ha festeggiato il beato Eugenio Bossilkov,
insieme al 60° di sacerdozio di don Asen e p. Josko,
ordinati dallo stesso beato nel 1951.
Offro qui una semplice fotocronaca della giornata:
le immagini parlano da sole.
Altre immagini e video della festa li trovi sul nuovo sito di Belene:


L'arrivo dei primi ospiti

Don Koicho, parroco di Bardarski Gheran, e don Stefan, parroco di Trenciovitza

11 novembre 2011

www.bosilkov.com

Da oggi
è online il nuovo sito internet
dedicato al beato
Eugenio Bosilkov,
vescovo passionista martire,
e alla comunità cristiana cattolica di Belene.
Leggi in bulgaro e ascolta in bulgarmasco
l'intervista rilasciata dal povero sottoscritto a
e, ovviamente,
vai a vedere il sito
(in bulgaro, italiano,inglese)

5 novembre 2011

Quattro passi a... Bucarest

Ieri, una limpidissima e calda giornata di sole novembrina, mi son fatto quattro passi a Bucarest (capitale della Romania), insieme ad alcuni giovani di Malcika (Bulgaria) ed ai giovani di Fermo (Italia), che dovevamo prendere l'aereo per tornare a casa.
Beh, è stata davvero una gran bella giornata, e consiglio a tutti di fare (almeno una volta nella vita) un giro turistico per Bucarest, una bellissima e pulitissima città (a parte i cavi penzolanti...). Siamo partiti dalla Cattedrale Ortodossa di S. Andrea, per poi dare un'occhiata veloce alla "casetta" del sig.r Ceaucescu, quindi la visita alla Cattedrale Cattolica di S. Giuseppe (fondata dai Passionisti, alla fine del 1800), ed infine una bellissima passeggiata nel Parco del Museo Nazionale che si trova in pieno centro a Bucarest: una meraviglia di colori, in questo periodo autunnale.

1 novembre 2011

Лагер-школа с младежите от Фермо - Campo scuola con i giovani di Fermo


Quando qualche settimana fa mi hanno invitato a Malcika per fare un LAGER con i giovani... mi sono spaventato! Cosa sarà mai questo LAGER??? Un nuovo ritrovato della pastorale giovanile bulgara, dove incatetenano i giovani ai banchi della chiesa?!? Oppure li rinchiudono in una stanza per tre giorni e li costringono a recitare 900 rosari al giorno?!? Boh!!!
Poi per fortuna mi han detto che il LAGER in Bulgaria è semplicemente un breve campo scuola.... e ho tirato un sospiro di sollievo!
Ecco allora alcune foto di questi giorni, di questo camposcuola che si è svolto a Malcika, a cui hanno partecipato una quarantina di adolescenti/giovani delle parrocchie di BELENE, ORESH e, ovviamente MALCIKA.
Un grazie particolare ai giovani dell'Azione Cattolica di Fermo, che son venuti apposta dall'Italia per animare queste stupende e impegnative giornate.
E' passato anche a trovarci (li vedete nelle ultime foto), un altro gruppo di centro-italiani capeggiati da p. Aurelio D'Intino.

30 ottobre 2011

Festa di p. Josko Jonkov ad Oresh

Ieri mattina, sabato 29 ottobre, la Comunità Cristiana di Oresh e la Famiglia Passionista hanno festeggiato ad Oresh il 60° di ordinazione sacerdotale di p. Josif Jonkov, l'unico sacerdote passionista vivente. Ecco un paio di video e le foto della festa.
A lui rinnovo anche i miei sinceri auguri.




28 ottobre 2011

Auguri p. Josko!!! Giovane prete da 60 anni!

Dedico questa pagina "speciale" ad una persona veramente "speciale: p. Josko Jonkov. Sessant'anni fa come oggi veniva ordinato sacerdote dal beato mons. Evgheni Bosilkov.
E' l'unico passionista bulgaro vivente, l'ultimo di una lunga schiera ormai consegnata alla storia: per cui è un po' un monumento vivente, uno scrigno di ricordi e di saggezza.
Rinnovo a lui il mio augurio e quello di tutti i confratelli, di tutta la famiglia passionista.
Il Signore gli doni ancora 100 anni e tanta salute ed energia!

25 ottobre 2011

Un anno di COSE BULGARE

Esattamente un anno fa, il 25 ottobre 2010, pubblicavo il primo post su questo blog: una carruzza bulgara con l'asino. Ero arrivato in Bulgaria da dieci giorni, e di strada da fare ce n'era tanta da fare! E ripetevo spesso, in quei giorni, il mio classico motto: CE LA FAREMO! Oggi Cosebulgare spegne la sua prima candelina, e fa un salto di qualità. Sperando che trovi il gradimento dei lettori.

24 ottobre 2011

6 години от смъртта на отец Йосиф Минчев - 6 anni dalla morte di p. Josif Mincev

P. Josif Mincev nel 1951
Hавършиха се 6 години от смъртта на отец Йосиф Минчев - пасионист, свещенослужител в Никополската епархия. Отец Йосиф е роден в Белене на 15 ноември1923 г. Към духовното звание го подтикват неговите майка и баба, две дълбоко религиозни жени. През есента на 1937 г. постъпва в духовната семинария в Свищов. Точно когато трябва да замине да учи в Холандия, започва Втората световна война. Вземат го войник и е изпратен за няколко месеца на фронта. Отец Йосиф учи богословие в Семинарията на отците-пасионисти в Русе. Ръкоположен е за свещеник в Белене на 1 ноември 1951 г. от монс. Евгени Босилков. Бил е енорийски свещеник в Малчика, Русе, Гостиля и Свищов. През 1998 г. е назначен за капелан на манастира на сестрите-бенедиктинки в Царевброд. През юли 2005 г., преживява тежка операция. Две седмици преди неговата смърт Епископ Петко Христов служи с отец Йосиф литургия в Царевброд, миросва го с мирото за болни и го причестява. Свещеникът казва, че е готов за срещата си с Бог и на 19 октомври, в болницата в Шумен, отец Йосиф изпада в кома, а на 20 октомври се връща при своя Небесен отец. Възпоменателната литургия по повод годишнината, бе отслужена в Белене, в църквата „Рождение на Блажена дева Мария”.
Росица Златева, Радио Ватикана


20 ottobre 2011

Festa di San Paolo della Croce

Questa mattina tutti noi, membri della Famiglia Passionista che viviamo in Bulgaria, ci siamo radunati nella Cattedrale dedicata a San Paolo della Croce a Russe, per festeggiare il nostro padre e fondatore.
Padre Enzo ci ha introdotti nella giornata con alcune meditazioni sull'esperienza di Castellazzo del giovane Paolo Francesco Danei; poi abbiamo dedicato un'ora al silenzio e alla meditazione personale; quindi una semplice eucarestia, nella quale abbiamo ascoltato la Parola del Signore e le sagge parole di p. Valter; e finalmente un bel pranzo fraterno, in un caratteristico locale della città.
Ringrazio suor Viola, che ha fatto le fotografie.
Auguri a tutti i confratelli e a tutti i membri della Famiglia Passionista sparsi per il mondo!

Le altre foto sono giù in fondo, dopo il testo bulgaro!!!!

Павел Даней е роден в Овада (Александрия – Северо‐западна Италия),  втори  от
шестнадесет деца, призори на 3 януари 1694 год. в семейството на Лука и Анна‐ Мария
Масари.

18 ottobre 2011

Hова читалня към Духовният център “Бл. Папа Ронкали”

Per gli amici italiani:
sono stati inaugurati a Sofia i nuovi corsi di teologia e spiritualità presso il Centro Spirituale "Beato Papa Roncalli", gestito dai Padri Carmelitani.
Ovviamente, come bergamasco prima e come cristiano poi, sono fiero che a Sofia ci sia questo centro dedicato al nostro caro papa Angelo Giuseppe Roncalli, situato in una via a lui dedicata. A tutti, docenti e studenti e collaboratori di questa preziosa isola di cultura e spiritualità, auguro un gioioso e fecondo studio. Buon anno!

С литургия и благослов Апостолическият екзарх, монс. Христо Пройков откри новата читалня към Духовният център и книжарница “Блажен Папа Ронкали”. Тържеството се проведе на 17 октомври от 17.00. в сградата на Центъра на улица“Анжело Ронкали” № 2 в София с което бе дадено началото на втората учебна година. Духовният център бе открит на 14 октомври миналата година в присъствието на провинциалния настоятел на Хърватската кармилска провинция, отец Винко Мамич, която отговаря за духовната грижа на центъра. Той носи името на апостолическия делегат в България монс. Анджело Ронкали, чието присъствие от април 1925 до 1934 оказва огромно значение за оформянето му като личност, духовник и папа с името Йоан ХХІІІ.

14 ottobre 2011

Il Rosario della vita

In una lettera inedita del beato Angelo Roncalli del 17 gennaio 1926 indirizzata a Mons. Damiano Theelen, vescovo passionista di Nicopoli, ho trovato questa bellissima frase conclusiva, che dedico a tutti gli amici che stanno vivendo questo mese del Rosario: tutta la nostra vita, ogni giorno, ogni momento, ogni avvenimento... è una grande preghiera sgranata continuamente.




Chiudendo anche questa lettera,
non posso che ripetere all’anima di Vostra Eccellenza
quello che ripeto continuamente alla povera anima mia:
coraggio, pazienza, e letizia.
Il Rosario della vita,
in questa Bulgaria
che per le sollecitudini che mi impone
finisce coll’essermi cara,
ci trattiene sempre sui misteri dolorosi.
Continuiamo a recitare e a meditare bene questi,
nell’attesa che il Signore ci dia la grazia
di passare ai gaudiosi ed ai gloriosi.

Завършвайки това писмо, не мога да не повторя отново на Ваше Високо Преосвещенство това, което продължавам да потварям на собствената си бедна душа:
смелост, търпение и радост.



Броеницата на живота в тази България, която, заради загрижеността, която събужда у мен ми става все по-скъпа, ни задържа винаги на скръбните тайни.

Да продължаваме да я молим и да размишляваме дълбоко върху тях, очаквайки Господ да ни дари благодатта да преминем към радостните и славните.





10 ottobre 2011

Празник на бл. Анджело Джузепе Ронкали (Папа Йоан ХХІІІ)


Il giovane mons. Angelo Roncalli

Папа Йоан ХХІІІ е един от най-големите Папи в историята на Църквата. Той е известен в България с прозвището си "българският Папа" заради пословичната си любов към България, останала завинаги в сърцето му от годините, в които е апостолически визитатор тук. Днес пред католическата катедрала "Св. Йосиф" в София се издига неговата паметна статуя.

Йоан ХХІІІ е основната фигура в новия курс на Католическата Църква.

Анджело Джузепе Ронкали се ражда на 25 ноември 1881 г. в Сото ил Монте, в италианската провинция Бергамо. Той е четвъртото от общо 13 деца в многодетно, бедно семейство. На 11 години Анджело постъпва в семинарията в Бергамо, където завършва гимназията и лицея. Продължава обучението си в Семинарията в Рим, а след военна служба през 1904 г. става свещеник. Избран е за секретар на Епископа на Бергамо монс. Радини-Тедески и започва да преподава в местната семинария исторически и теологични дисциплини. Изпълнява длъжността военен капелан по време на Първата световна война.

8 ottobre 2011

Festa della Madonna del Rosario a Ternovo

Don Strahil, parroco di Ternovo, con p. Paolo
Oggi abbiamo festeggiato la patrona della comunità cattolica di Veliko Ternovo, la Madonna del Rosario. Come al solito, pubblico qui un semplice racconto "per immagini", le quali parlano molto più delle parole.

7 ottobre 2011

Martiri Passionisti della II Guerra Mondiale

Questa sera stavo navigando nel rinnovato sito dei Missionari Passionisti, e mi sono imbattuto nel post che riporto qui sotto. Frequento i Passionisti da circa 30 anni... e confesso che non avevo mai sentito parlare di questi nostri confratelli martiri.
La qual cosa mi ha stupito, visto che mi son sempre appassionato alla storia della mia Famiglia Religisoa.
Adesso cercherò di conoscerli. Se qualcuno ne sa qualcosa, mi manda qualche altra notizia su di loro? E' stato fatto un processo per la beatificazione?

6 ottobre 2011

La mia prima vendemmia bulgara

Eran dieci anni che non andavo a vendemmia: a Milano scarseggiavano un po' le vigne...
E così ieri, pur se in piccolo, ho avuto la gioia di fare la mia prima vendemmia bulgara, insieme a p. Enzo, Mitko, baba Katia, otez Stefan e Jako (il cane di p. Enzo).
Raccolta, spremitura, torchiatura e bollitura: operazione completa.
Qui a Belene produciamo il vino per la messa per tutta la diocesi, per ora...
Chissà... fra qualche anno magari la vigna si allargherà... Ще видим, има време!

5 ottobre 2011

Lettera dalla Bulgaria - 4


                        Bèlene, 4 ottobre 2011
Festa di San Francesco d’Assisi

Carissimo amico/a,
            ormai è un anno tondo tondo che sono qui sulle sponde del Danubio. Provo a farne un riassunto, all’inizio di questo mese missionario.
            Quando un missionario parte, ci immaginiamo che vada ad insegnare qualcosa, a fare qualche opera di bene per dei poveretti, che vada a convertire le persone. In realtà… succede esattamente il contrario. Ho dedicato tutto questo primo anno (come tanti miei colleghi) ad imparare lingua, cultura, storia, etc. Mi sembra di essere tornato alle scuole elementari, alle prese con l’alfabeto e la scrittura, con la geografia e la storia. Accanto a questo ho visitato anche molti luoghi e ho conosciuto molte persone. Non ho costruito nessun ospedale e praticamente non ho fatto nulla, se non le solite cose della vita: fare la spesa, pulire, cucinare, tagliare erba e legna, preparare le prediche e qualche incontro; perché la cosa più importante non è il fare, ma lo stare insieme e condividere la vita con i nuovi fratelli e sorelle che il Signore mi ha messo accanto. E soprattutto non ho convertito nessuno (qui son già tutti cristiani, come in Italia); però cerco di vivere il Vangelo e di essere un piccolo seme, un granello di lievito in questa terra.

4 ottobre 2011

Festa di S. Francesco a Pleven

Questa sera abbiamo festeggiato San Francesco nella nuova chiesa di Pleven, curata appunto dai Francescani. E' stato, come sempre, una semplice e bella occasione di preghiera e di fraternità.



29 settembre 2011

Festa di S. Michele a Trenciovitza

Oggi abbiamo celebrato a Trenciovitza, insieme al nostro vescovo, la festa di San Michele arcangelo, patrono di questa parrocchia e anche patrono della Diocesi. Come sempre è stato un momento semplice, con la celebrazione eucaristica e un piccolo rinfresco.


Четиво от Римския Бревиарий за Празника на Светите Архангели Михаил, Гавриил и Рафаил
Из „Проповеди върху Евангелията“ на Свети Григорий Велики, Папа и Църковен Учител
Трябва да се знае, че думата „ангел“ обозначава служение, а не естество. Защото тези свети духове от небесното отечество са винаги духове, но не винаги могат да бъдат наричани ангели, тъй като са ангели само тогава, когато чрез тях се предава известие. Онези, които предават обикновени съобщения, се наричат ангели, а онези, които възвестяват велики събития, се наричат архангели.

28 settembre 2011

Papa Giovanni torna nella Bulgaria del Nord

Una delle cose che ho notato in questo primo mio anno bulgaro, da buon bergamasco e da curioso osservatore di luoghi nuovi, è stata la quasi totale assenza del ricordo del beato Angelo Giuseppe Roncalli nella Bulgaria del Nord. Mentre infatti il suo ricordo e il suo culto (è un Beato della Chiesa...) è molto vivo e sentito a Sofia (c'è una chiesa dedicata a lui, un monumento, una libreria, immagini, etc etc), qui al nord, eccettuato un piccolo monumentino nel giardino delle suore di Tsarev Brod... nulla.
Ovviamente mi son sentito chiamato in causa, e allora durante le mie scorse vacanze in Italia mi son procurato 12 immagini del Beato papa Giovanni (ringrazio la Fondazione Papa Giovanni XXIII del Seminario di Bergamo che le ha donate gratuitamente), le ho incorniciate e ieri, durante il nostro incontro formativo diocesano, le ho regalate ai parroci, invitandoli ad esporla nelle chiese.
In futuro vedremo, ma certamente bisognerà ricordare, far conoscere e pregare questo santo bergamasco che in questa terra ha pellegrinato per ben dieci anni.

Pubblico qui una lettera inedita di mons. Angelo G. Roncalli, risalente al suo periodo bulgaro, conservata presso gli Archivi di Propaganda Fide.


31/08/1925 - Lettera di mons. A. G. Roncalli a p. F. Krings cp



Oddio! Hanno rapito il Danubio!!!

Ormai son due mesi che qui non piove più, e questa prolungata siccità nel centro-est europa sta causando una straordinaria secca del bel Danubio blu. Da settimane centinaia di navi sono bloccate e non possono più navigarlo, e ci manca poco si possa andare a piedi dalla Bulgaria alla Romania... Caro Padre eterno, un po' di pioggia non guasterebbe! Però non mandare tutti gli arretrati insieme, altrimenti anneghiamo!

Un po' di scuola non fa mai male

Lunedì 26 e martedì 27 settembre si sono riuniti qui a Belene tutti i preti della Diocesi di Nicopoli, per l'incontro formativo annuale. Per guidarci ed arricchirci è volato qui da Roma don Mauro Cozzoli, docente di Teologia morale all'Università Laternanense. Sono stati due giorni di studio sul tema della violenza, e anche due bei giorni di serena fraternità sacerdotale. Un grazie speciale alle sorelle che ci hanno poi nutrito con squisite prelibatezze.

19 settembre 2011

Le cascate di Krushùna

Ieri insieme ad alcuni giovani di Belene sono stato per la terza volta alle bellissime Cascate di Krushuna, inserite in una piccola valle un tempo abitata da monaci.
Purtroppo è un periodo in cui c'è poca acqua (è da giugno che qui non piove!), ma sono lo stesso molto belle.
Se passate dalla Bulgaria, fate un salto a Krushuna! Si trova tra Pleven, Lovech e Levski.




14 settembre 2011

Un giorno nel profondo del mio cuore

Oggi è un giorno un po' speciale per me.
Oltre ad essere la festa dell'ESALTAZIONE DELLA CROCE, a cui sono particolarmente legato, quindici anni fa come oggi terminavo il mio anno di Noviziato a Moricone (Roma), emettevo la mia prima professione religiosa nella famiglia passionista.
Ero un ragazzo di 23 anni...
Cuoriosamente di quel giorno non ho neppure una fotografia, ma conservo tutto stampato nella memoria.
Eravamo in 8, stesi lì sul piazzale davanti alla chiesa del beato Bernardo:
io, Arturo, Enrico, Giannelia, Aurelio, Corrado, Lino, Mario.
Tre di questi sono poi usciti dai Passionisti, noi altri cinque siamo attualmente tutti sacerdoti Passionisti.

Ringrazio il Signore per questi quindici anni di consacrazione.
Che dire? Non sempre è facile vivere da consacrati (come non è facile vivere da sposati, penso), ma è bello.
Come salire su una montagna: si fa un po' di fatica, ma man mano che si sale... che bellezza!
Sapere poi che il panorama completo, lo splendore, la pienezza è in cima (e non indietro) fa crescere il desiderio di andare avanti.

Ringrazio i miei familiari, la mia comunità di Cicola, i confratelli, gli amici e le amiche e tutte le persone che hanno riempito questi 15 anni coi loro volti, le loro preghiere, le loro parole e i loro gesti.

Ringrazio in anticipo anche i nuovi compagni di viaggio bulgari, che mi dovranno sopportare per i prossimi 15 anni (a Dio piacendo: magari Lui ha altri programmi...).
Spero qui di imparare a vivere più meglio la povertà, la castità, l'obbedienza e la spiritualità della Passione: ce n'ho di strada ancora da fare! Ma come si dice: nesssuno nasce imparato; si impara strada facendo.

PS: Se per caso qualcuno avesse qualche foto di quel giorno, me la può mandare? Grazie!!!

13 settembre 2011

Il Monastero di Troyan

Oggi sono stato per la terza volta in provincia di Troyan, per visitare il celebre Monastero, dedicato alla Dormizione di Maria.
E' davvero un luogo incantevole, pieno di spiritualità.
Nelle vicinanze ci sono anche ottime "osterie" e moltissimi negozi di prodotti artigianali bulgari (legno, ceramica, ferro, stoffa, liquori e rose).
Se passate in Bulgaria, non dimenticate di visitarlo.
Ecco qualche foto (anche se all'interno sarebbero proibite...).


SOSTRA: un pezzo di Roma in Bulgaria

Settimana scorsa, andando a visitare il Monastero di Troyan insieme a due giovani di Padova, mi ha incuriosito un cartello "marrone" (quelli turistici), visto che non ce ne sono sono molti in giro...
E così ho scoperto SOSTRA. Ci siamo fermati, abbiamo pagato il biglietto (1,00 €!) e abbiamo visitato gli scavi.
Scavi curiosi, con al centro una linea ferroviaria in uso, senza protezioni (!): luogo ideale per portare le scolaresche! Ma non avevo la macchina fotografica al seguito...
Oggi ci sono ritornato insieme a due giovani bulgari, e ho scattato qualche foto.
PS: fatto curioso, oggi la biglietteria era chiusa... e siamo entrati gratis!


Mappa dei Passionisti in Bulgaria


Visualizza Missionari Passionisti in Bulgaria in una mappa di dimensioni maggiori